Cyberbullismo

Il cyberbullismo è una forma di bullismo specifico del web, sviluppato tra i ragazzi più o meno della nostra età. Questi ricevono parole crudeli sui social, vengono presi in giro continuamente dai loro coetanei e da persone molto più grandi (che si servono di loro per obiettivi poco piacevoli) , nascosti dietro un nickname o a un computer. Gli insulti e le violenze orali, spesso collegate con quelle fisiche, rendono noi ragazzi insicuri e deboli psicologicamente e di solito rimangono impresse nel cuore. Questo li rende più sensibili e a volte queste situazioni gli portano a suicidarsi o fare di tutto per essere accettati. I social vengono presi come una cosa negativa, ma se usati correttamente sono fonti positive per la società.

Molti ragazzi grazie ai social sono riusciti a diventare più sicuri di se stessi e ad avere molta più autostima. Inoltre non dobbiamo dimenticare che il web può servire per imparare cose nuove,fare ricerche scolastiche o personali, ma anche per aumentare la propria sicurezza. Spesso il web è guardato con diffidenza da molte persone soprattutto della vecchia generazione perché, oltre ai lati positivi, ci sono anche molti lati negativi come in ogni cosa. Per esempio Internet non è sempre controllato e quindi i bambini, ma anche noi ragazzi, possiamo incappare in qualsiasi tipo di sito. Inoltre Internet crea una specie di dipendenza e vi sono molte persone che al posto di dormire rimangono sveglie durante la notte per stare al telefono o al computer, questo fatto è sviluppato perlopiù nei giovani.

Secondo me, bisogna stare attenti e utilizzare il web e i social in modo consapevole.

Annunci

Internet

Un’arma a doppio taglio…si o no?

Mi piace definire internet come un’arma a doppio taglio, infatti oltre ai numerosi aspetti positivi che offre questa piattaforma, non mancano gli aspetti negativi, svantaggiosi, addirittura spesso pericolosi. Internet è potenzialmente il più grande veicolo di cultura che l’umanità ha mai avuto a disposizione,dove le persone possono tessere con facilità proficue relazioni digitali, ma allo stesso tempo la rete sembra un ricettacolo di maleducazione, prevaricazioni, negatività, esaltazione della violenza, bufale e “fake news” spesso condivise da migliaia e migliaia di persone. Internet è una risorsa che bisogna saper sfruttare e usare con cognizione e responsabilità che ti permette di esprimere la propria personalità, emergere attraverso le proprie capacità, capacità creando o trovando opportunità lavorative.

È un mezzo nuovo e alternativo che è utilizzato soprattutto dai giovani, e adoperato, molto spesso, anche nelle scuole per permettere ai ragazzi di approfondire e ampliare gli argomenti trattati e per permettere di assimilare concetti in modo diverso.

L’uso errato di Internet può arrecare danno anche alle persone comuni che in buona fede ne fanno uso, non per colpa ma per semplice ignoranza, ingenuità o poca familiarità con la navigazione.
In questo articolo inizieremo col parlare dei possibili problemi di internet e gli svantaggi di internet verso utenti normali per finire con elencare i peggiori usi che i malintenzionati ne fanno.

Dipendenza da social network, chat, e-mail:

la dipendenza da internet è un problema riconosciuto come una vera e propria patologia.L’abuso di internet allontana le persone dai rapporti umani per favorire quelli virtuali, gli internet dipendenti passano la maggior parte del proprio tempo in rete, si perdono nel mondo virtuale privandosi di quello che invece è il vero aspetto sociale del mondo reale.

Il sacrificio della privacy:
Il prezzo più grande da pagare quando si utilizza internet in maniera tradizionale è sicuramente quello di sacrificare la propria privacy, accedendo ad internet le multinazionali più potenti raccolgono ed analizzano i dati delle masse per scopi commerciali, statistici, e qualsiasi altra cosa gli arrechi dei vantaggi di qualsiasi tipo. Bisogna essere consapevoli che dietro i server ci sono sempre amministratori e tecnici che possono guardare ed osservare ogni singola nostra azione, leggere le nostre email, le nostre chat guardare le nostre foto salvate in Cloud.

Le fake news:

Le fake news sono delle notizie false inventate con lo scopo di creare degli scandali o notizie bomba ad elevato interesse mediatico , sono spesso condivise in modo virale sui social network.

Lo scopo principale di queste notizie inventate è quello di far guadagnare denaro ai burattinai attraverso una rete di pubblicità online, il meccanismo è molto semplice attraverso i social network gli amministratori dei siti web di fake news pubblicano delle notizie false che vengono condivise tra migliaia di utenti generando traffico verso i loro siti web tramite dei link condivisi sui social network.

Le truffe online: phishing, spam e ingannatori:

Lo scopo dei truffatori è quello di spillare soldi con metodi vari, clonano dei siti web rendendoli simili a quelli delle vostre banche con lo scopo di sottrarvi le credenziali d’accesso facendovi inserire i dati d’accesso reali da voi in finte form tramite un inganno.

Il cyberbullismo

Il fenomeno del Cyberbullismo è uno dei fenomeni attualmente più pericolosi presenti sulla rete soprattutto per le persone più deboli che potrebbero essere spinte a compiere atti estremi.

Non sono pochi i casi di cronaca dove il Cyberbullismo ha contribuito in maniera significativa al suicidio di sempre più persone, questo fenomeno è diventato così pericoloso a tal punto di richiedere leggi speciali ed unità speciali della polizia in ogni parte del mondo.

Sono esempi di atti di cyberbullismo le violazioni della privacy che avvengono quando delle persone terze diffondono online foto, video o informazioni strettamente personali di altre persone senza il loro consenso con il solo scopo di ridicolizzare e mortificare le vittime.

Internet è solo uno strumento che come tanti altri che può essere usato come abbiamo elencato qui sopra anche in cattivo modo causando nel peggiore dei casi indirettamente la morte delle vittime.

Questa tecnologia ha rivoluzionato la nostra vita e sicuramente offre più vantaggi che svantaggi, tuttavia gli utenti dovrebbero essere educati in maniera migliore rispetto ad oggi.

Giada Piccinno

 

Social Network

Social Network

Un social network è un “luogo ” in cui gli utenti comuni possono condividere le informazioni, curare le proprie relazioni interpersonali e crearne di nuove: all’inizio solo virtuali, ma alcune di esse poi, in seguito ad approcci sempre più confidenziali, possono anche diventare reali.

I professionisti possono pubblicizzare la propria attività e nel caso delle aziende, anche impostare delle vere e proprie campagne di marketing.

I social network sono uno strumento molto utilizzato da noi giovani che permetto di entrare in comunicazione con persone da tutto il mondo. Sono però strumenti da utilizzare con cautela e attenzione per evitare di correre rischi come quello di incontrare malintenzionati che si fingono altre persone per attirare gli utenti, truffarli o avvicinarli a loro per infliggergli danni fisici.

Attualmente i social network sono veramente molti ma i più utilizzati e popolari sono:

  • Facebook: È un social network lanciato il 4 febbraio 2004, posseduto e gestito dalla società Facebook Inc. Il sito, fondato ad Harvard negli Stati Uniti dal proprietario Mark Zuckerberg era originariamente stato progettato esclusivamente per gli studenti dell’Università di Harvard, ma fu presto aperto anche agli studenti di altre scuole della zona di Boston, della Ivy League e della Stanford University.
  • Instagram: È nato come un social per fotografi il 6 ottobre 2010, ed è stato sviluppato da Kevin Systrom e Mike Krieger. Nel 2012 l’azienda è stata comprata per un milione di dollari da Mark Zuckerberg. Attualmente oltre a fotografie circolano per il social vari tipi di immagini e video, anche divertenti o comunque di natura non fotografica.
  • YouTube: È una piattaforma web, fondata il 14 febbraio 2005, che consente la condivisione e visualizzazione in rete di video. Sul sito è possibile vedere videoclip, trailer, video divertenti, notizie, slideshow e altro ancora. Nell’ottobre 2006 è stato acquistato dall’azienda statunitense Google per circa 1,65 miliardi dollari.
  • Twitter: è un social network, creata il 21 marzo 2006 dalla Obvious Corporation di San Francisco, che fornisce agli utenti personale aggiornabile tramite messaggi di testo con lunghezza massima di 140 caratteri; a settembre 2017 l’azienda ha aumentato la lunghezza massima dei tweet a 280 caratteri per alcuni utenti. Nel mese di novembre ha esteso a tutti questa possibilità, ad eccezione degli utenti asiatici che utilizzano un sistema di scrittura che richiede meno caratteri. È anche possibile limitare la visibilità dei propri messaggi oppure renderli visibili a chiunque. Il valore della rete sociale è stato stimato intorno agli 8,4 miliardi di dollari. Twitter nel 2012 ha raggiunto i 500 milioni di iscritti.